SEGUICI SU
PRENOTAZIONI +39.089.826081 NAMI' BLOG
Top
 

Dj Aniceto abbraccia il pubblico del Namì.

ANICETO-2
19 Mar

Dj Aniceto abbraccia il pubblico del Namì.

Si è appena concluso un altro week-end che ha visto l’arena del Namì gremita di gente che ama divertirsi, ballare, cantare, godersi una notte di bella musica. Questo è ciò che amiamo dare ai nostri clienti… si inizia con i live e si prosegue fino a tarda notte con dj e vocalist d’eccezione e animazioni che rendono la struttura ancor più emozionante…

Sabato scorso abbiamo accolto un dj che ama tantissimo esibirsi nella nostra struttura e dopo la prima volta a Dicembre, ha chiesto al suo agente, Marcello Management, di trovare il modo per farlo esibire ancora alla consolle. Stiamo parlando di dj Aniceto…e oggi lo conosceremo meglio nella nostra live list!

 

Tatuaggi, collane, orecchini, catene…vedo Aniceto per la prima volta dal vivo e, quasi, ne rimango impressionata…Ma vado oltre e proseguo con la mia intervista dalla quale emerge immediatamente una cosa molto interessante: la dicotomia tra l’essere e l’apparire. Già dalle prime battute, infatti, rimango colpita dalla sensibilità di Roberto, mascherata da questo suo aspetto così “forte”.

Ma dj Aniceto ti colpisce per i suoi valori, per i messaggi che attraverso la musica cerca di veicolare e questo, ti fa rimanere in silenzio a voler soltanto ascoltare la sua ricchezza interiore.

Da oltre 20 anni impegnato in questa sua battaglia contro la droga, Roberto promuove il suo messaggio attraverso radio, palchi, scuole e riceve una carica istituzionale da parte del ministro Giovanardi per il suo impegno sociale così importante. Racconta questo episodio con un gran sorriso perché dj Aniceto, quando ha ricevuto la notizia, credeva si trattasse di uno scherzo…e non lo era!

La prima cosa che mi chiedo (…e gli chiedo!) è il perché di questa scelta di essere chiamato il dj-antidroga (non perché sia un’accezione negativa ma perché mi piace quando un mestiere diventa il veicolo di un messaggio più profondo…). Roberto voleva dare un senso alla sua vita e partendo dal presupposto che i dj oggi sono ritenuti dai giovani dei veri e propri guru, pensa bene di usare la musica per trasmettere valori positivi. La musica può insegnare tutto ai giovani e lui è super felice di poter parlare dell’importanza della vita e della sua infinita bellezza.

È proprio a questo punto che scopro un altro aspetto della sensibilità del dj antisballo: da affermato opinionista radiofonico e televisivo, Roberto porta avanti questo suo inno alla vita con grande coraggio e mi racconta di una lettere inviata ad un suo collega, dj Fabo, che ha scelto l’eutanasia a seguito di un incidente stradale che lo aveva reso cieco e paraplegico, per invitarlo a riflettere su questo gesto estremo. La sua non gli sembrava la scelta più giusta perché la vita è dono prezioso di Dio che va preservato ed è per questo motivo che, mosso da una fede fortissima, decide di inviargli un messaggio di vicinanza che, sperava, potesse dissuaderlo.

Avrei continuato a parlare con Roberto anche tutta la sera perché confrontarsi con persone come lui non può che arricchirti…ma il tempo passa, lui deve andare alla consolle e ho solo altri pochissimi minuti per parlare di musica. La consolle non è il jukebox della morte delle persone: a dj Aniceto piace vedere la gente che canta e si diverte…ecco perché la scelta di un repertorio commerciale rivisitato con una ritmica più moderna e ballabile. Questo è il motivo per cui lui piace a tutti: coinvolge, sorride, abbraccia il pubblico con la sua sensibilità che trasmette da un microfono e dal remix di dischi che la gente può cantare.

Un divertimento sano che ci piacerebbe vedere sempre, in qualsiasi locale del mondo!

In chiusura, Roberto ci svela altri 2 grandi segreti: il primo riguarda il suo aspetto fisico…lui stesso non credeva di poter piacere ma quando 10 anni fa conobbe Chiambretti, capì che si sbagliava: Piero gli faceva notare che il suo è uno di quei visi che non si dimenticano facilmente…e, infatti, dj Aniceto piace anche ai bambini! Il secondo segreto è che Roberto si diverte a farci la “supercazzola”: non capivo, infatti, perché il dj chiudesse tutti i suoi messaggi con una frase che mi sembrava fosse Funky Come On…Lo chiedo a lui che mi risponde che non vuol dire nulla!

Rimango interdetta, mi faccio una risata e gli chiedo dei progetti futuri: continuerà ad essere in tv con Chiambretti; continuerà le sue ospitate come opinionista e raggiungerà sempre più scuole per veicolare il suo messaggio più importante contro la droga.

Saluto Roberto ringraziandolo per questo suo tempo prezioso e per le emozioni positive che mi ha trasmesso e accolgo i complimenti che fa alla nostra struttura con grande piacere…

Ci salutiamo, ma la supercazzola non manca: Shake Your Body…Now!

A presto amici del Namì.

 

 

Condividi
Nessun commento

Lascia un commento

X